lunedì 29 ottobre 2007

Cialtroni

Premetto: è ovvio che esistano altre forme di vita nell'universo.
Considerata la vastità del cosmo, è impossibile che solo la Terra ospiti la vita. Da questo punto di vista, sia gli evoluzionisti che i creazionisti devono riconoscerlo. Per gli evoluzionisti è più semplice accettarlo, lo riconosco, ma anche il più convinto creazionista deve riconoscere che il dio che ha creato tutto questo universo, non può essersi limitato ad un solo pianeta abitato: giacché lo si dipinge onnisciente e fantasioso. Premesso ciò, voglio lanciare un'invettiva verso tutti coloro che lucrano su certi discorsi.
Esistono persone, sedicenti indagatori dell'occulto, che propinano una grande quantità di sciocchezze, spacciandole per reali e misteriose. Il vero mistero è come non li abbiano ancora processati per sfruttamento della credulità popolare....
Per i miei racconti, mi sono trovato spesso a confrontarmi con miti, leggende e credenze riguardo gli stessi argomenti che questi cialtroni trattano. Alcune fonti le considero degne di attenzione e taluni fenomeni (li definisco così per brevità; non posso fare l'elenco completo ogni volta...) hanno eccitato la mia fantasia, portandomi ad approfondirli. Considerato che nei miei racconti il filo conduttore è l'antico impero di Atlantide, sarei un ipocrita a considerarlo solo una leggenda (con le debite eccezioni). Mi pongo a metà strada tra il cicap e la schiera di cialtroni che lucrano sulla credulità, affrontando le varie tematiche con rigore scientifico.
Ultimamente mi sono trovato a seguire discorsi sugli ufo. Ma quante cagate raccontano? Spacciano per prove eclatanti dei filmati di dubbia origine e qualità, costruendo castelli su fondamenta ridicole. In questo modo vanificano studi, anche seri, mirati alla spiegazione di tali fenomeni. Non mi riferisco a qualche civiltà superiore che ci osserva come facciamo noi con i topi nei labirinti (tutto sommato, non sarebbe così assurdo), penso a fenomeni naturali che andrebbero investigati per il progredire delle scienze. Nell'antichità i fulmini e le comete erano considerati eventi divini; per fortuna qualcuno li ha studiati e spiegati, fornendo dati utili alla scienza (per esempio, senza lo studio delle comete, niente legge di gravità, quindi niente satelliti in orbita, con tutto quello che concernono).
Forse sarebbe il caso che gli Scienziati si mettessero di buona lena, ognuno nel suo campo, a spigare, divulgare e sbugiardare alcune teorie. Nelle librerie è pieno di libri di pseudo scienza che creano falsi miti e confondono le persone.
Accetto che esistano persone che credono in certe cose e si battano per dimostrarle, ma non tollero la presenza di personaggi che lucrano su questo, ai danni di persone prive di adeguata formazione. È una vergogna!

Drvso
Posta un commento