martedì 27 maggio 2008

Indefinibile

Di amici strani ne ho tanti (anche se li vedo, ormai, molto di rado; vita sociale zero), molti dei quali sono dei personaggi particolari.
Quando seppi che Davide O. (compagno delle elementari con cui mi vedevo da piccolo) era dentro per rapina e spaccio, non mi sono stupito. Considerati i fattori ambientali ed altre situazioni era facile presumere questo finale. Stessa reazione potrei averla altri.
Vi sono notizie, riguardanti amici e conoscenti, che non stupiscono. Su certi sapevo che avrebbero fatto carriera, da altri mi attendevo il matrimonio, etc.
Notizia che mi ha lasciato senza parole è stato l'arresto del Bacchio. Che fosse un coglione troppo goloso lo sapevano tutti; è nota la storia di quando si è venduto il cellulare per due canne (premesso che la famiglia è più che benestante ed il ragazzo si è diplomato in uno dei collegi più cari e rinomati di Milano).
Ricordo quando ha mollato l'università ed è sparito. Nel complesso: l'anno passato a lezione in compagnia sua e del Cini è stato divertente (soprattutto i campionati a Tekken 3). Grazie a lui ho conosciuto il mio socio (Ale), e fatto esperienze divertenti.
Negli ultimi anni non abbiamo avuto contatti, premesso che mi allontanai pensado che, prima o poi, avrebbe messo tutti nei guai: attività in cui era maestro... Ogni tanto saltava fuori il nome quando si parlava delle coglionate fatte nei primi anni di università, niente di più. L'altro giorno guardo un tg e sento il suo nome. "Un omonimo!", penso subito. Notizia troppo grave per riguardarlo, pensavo. Oggi prendo il giornale, becco la foto e leggo da dove proviene.
Cazzo!
Difficile ammettere che uno con cui si andava a fare bisboccia ha ammazzato la moglie e l'ha gettata nel lago. Uno si immagina un assassino e pensa a personaggi di racconti e film, poi scopre che potrebbe essere il proprio compagno di banco.

Questa volta l'hai fatta grossa, coglione!

Drvso
Posta un commento