venerdì 19 dicembre 2008

Gradito regalo

Si sta avvicinando la ricorrenza del Deus Sol Invictus, il compleanno di: Osiride, Mitra, Crishna, Bacco, Baal, Ercole, Freyr, Quezalcoatl, Amaterasu (in realtà e la sua uscita dalla grotta, ma non trovando divinità femminili...) e di altre decine di divinità, compreso Cristo (che, ad essere pignoli, sembra nato a settembre, non a caso è figlio della vergine ;-) ). Personalmente, preferisco il capodanno, mi sembra più simpatico e evocativo.
Come ogni anno, alla morte del Sole si festeggia, donando e ricevendo regali tra i più disparati e sovente assurdi. Tra i regali che vorrei trovare sotto quella rottura del mio albero (quest'anno l'addobbo è stato un parto), non ci sono oggetti né altre amenità materiali. Per quest'anno mi accontenterei della pace in terra per le persone di buona volontà; forse ho chiesto troppo?
Mi basterebbero i sorrisi delle persone care e non, un po' di serenità per tutti e, magari, le labbra di una certa persona. Ma sì! Un po' d'amore! Quale regalo è più gradito?
Questo è il regalo che vorrei per tutti, anche per me: un po' d'amore. Una dose di quel sentimento sconosciuto ai molti che spinge le persone verso le altre. Una piccola iniezione di calore umano da trasferire al prossimo, nel tentativo di migliorare questo mondo.
Non una maxi orgia planetaria, semplicemente sorridere a chi ti siede affianco, stringere la mano a chi non conosci: piccoli gesti che cambiano il mondo.
Un abbraccio a tutti!

Marco Drvso

PS
Ovviamente, qualche commento dai miei lettori, sarebbe lo un bel regalo...
Posta un commento