venerdì 17 aprile 2015

Intanto smantello

Tra le cose che mi hanno insegnato l'esperienza e lo studio, c'è una massima fondamentale: non puoi costruire, senza passare dalla distruzione. Non dico che sia necessario arrivare alla proverbiale tabula rasa, anzi, è necessario salvare quel che serve, affinché la nuova edificazione possa avere successo e compiersi in un ragionevole lasso di tempo.
Comincio con lo smontare e rifare il blog (che per ora chiamerò diario e non blog, perché sono stufo degli inglesismi, ma non ho ancora trovato un termine adatto in italiano; finirà che dovrò inventare un neologismo), ovviamente senza cancellare i vecchi pezzi. Mi limito ad una revisione stilistica, che richiederà qualche tempo. Siccome questo è un passatempo piacevole, non un lavoro, intendo prendermi tutto il tempo che voglio.
Punto primo: cambiare il titolo. Quando ho iniziato a scrivere questo diario gli ho dato lo stesso titolo che usavo per la cartella nel pc in cui raccolgo i miei scritti, ignorando che fosse anche il titolo di un libro scritto da jovanotti. Se lo avessi saputo, avrei evitato accuratamente....
Potrebbe essere un buona scusa per ricominciare a giocare con la grafica, visto che dovrò rifare l'immagine di testa.
Non so se cambierò la mia esistenza, il mio modo di vedere il mondo ed altre amene questioni, intanto cambio il diario. Il resto si vedrà.

Marco Drvso
Posta un commento