venerdì 25 gennaio 2008

Povera patria

Povera patria!
Schiacciata dagli abusi del potere
di gente infame, che non sa cos'è il pudore,
si credono potenti e gli va bene
quello che fanno;e tutto gli appartiene.
Tra i governanti,
quanti perfetti e inutili buffoni!
Questo paese è devastato dal dolore...
ma non vi danno un po' di dispiacere
quei corpi in terra senza più calore?
Non cambierà, non cambierà
no cambierà, forse cambierà.........
(F. Battiato)

Credo che queste poche strofe possano riassumere l'attuale situazione politica e sociale italiana.
Non so come descivere il senso di disgusto che mi provocano i dottori della politica, intenti a salvaguardare gli interessi di lobbies, clero e mafia, a danno dei cittadini.
La gente fatica a quadrare il bilancio familiare. Molti sono sommersi da spazzatura, avvelenati da smog. In molti paesi sono presenti cantieri eterni su cui speculano i soliti noti.
Se questa è democrazia, a Versailles avevano raggiunto l'apice.

Si andrà a votare? Si farà un governo tecnico? Non ho la risposta, so per certo che gli enti aumentano, i privilegi sono sempre per i soliti: al di sopra della legge e della morale.
Che schifo!

Drvso
Posta un commento