mercoledì 23 aprile 2008

Earth day

Oggi è stato l'ennesimo giorno "dedicato".
Dopo i famigerati giorni della mamma, del papà, della donna, degli innamorati, dei lavoratori,...., seguiti agli anni dedicati (anziani, periferie, etc) è arrivato quella della Terra.
Mi chiedo: serve a qualcosa? Le auto hanno continuato a girare, si sono accese le stesse sigarette, hanno continuato a pulire le petroliere in mare, etc, etc, etc. In più, bisogna considerare il consumo energetico legato all'evento...
Non servono giornate dedicate, è necessario creare una nuova cultura. Solo quando ci renderemo conto che questo mondo non è nostro, ma lo abbiamo in prestito dai posteri, forse comincerà a muoversi qualcosa.
La gente si lascia a san Valentino, si litiga con i genitori nelle feste preposte, si fa le carogne a natale, si muore il primo maggio. Perché abbiamo bisogno di date fittizie per fingere di ricordare le situazioni e gli affetti?
Di tante cose ipocrite, queste sono tra quelle che meno sopporto.
Drvso
Posta un commento