mercoledì 24 settembre 2008

Antani forever

Tognazzi ha reso immortale la mitica supercazzola, nei panni del conte Mascetti. Uno dei più bei giochi di parole, mirato a confondere il prossimo. Oggi guardavo il tg e mi sembrava di esserne vittima.
Tra i giornalisti capaci solo di confondere il prossimo ed i politici che si lanciano in mirabili supercazzole, avevo la certezza di essere preso per i fondelli.
Un esempio potrebbe essere la diatriba tra Maroni e Larussa. Il primo sostiene che la camorra sta operando un assalto alle istituzioni, additandola come terrorista che mira alla distruzione delle istituzioni ed all'occupazione delle stesse. (Piccola noticilla: da quando lui gira con gli occhialetti alla Wertmüller e il lucida labbra sembra che abbia acquisito un cervello e delle idee condivisibili; idem per l'Umberto post ictus...). Larussa ha risposto che in realtà è solo una guerra tra bande. Oltre all'evidente differenza di imputazione, quindi di strategia da adottare, si può comprendere la diametrale differenza di interpretazione del fenomeno. Il solito Larussa ha poi concluso sostenendo che i due fossero concordi e vi fosse solo differenze espositive per un pensiero comune.
Possibili soluzioni sono:
1) Larussa non capisce un cazzo
2) Ci stanno prendendo per il culo
Personalmente, sono incerto....
Per il resto, su tg e giornali ho trovato decine di articoli tra loro contraddittori, uso di termini assurdi e soprattutto la volontà di non farsi capire. Tanto vale creare il Tg Tapioca ed il Corriere di Antani, almeno la gente sa di essere presa per i fondelli.
Drvso
Posta un commento