venerdì 19 settembre 2008

Rivolta

In molti oggi avranno letto della rivolta scoppiata a seguito della strage a Castel Volturno. Decine di immigrati africani sono scesi in piazza per far sentire la propria voce contro la camorra. Fin qui il fatto. Non sto qui a sindacare se realmente fossero coinvolti in un giro di droga, come suppongono alcuni, oppure erano vittime del solito raid razzista, mirato a ribadire chi controlla il territorio. A quanto riportato, erano persone che lavoravano e non facevano nulla di strano: l'ipotesi dell'avvertimento trasversale mi sembra la più plausibile (alla luce dei dati in mio possesso, presi da stampa e rete).
Premesso che questo tipo di manifestazione è da condannare, perché provoca solo danni a carico della collettività, dei soliti innocenti coinvolti perché hanno l'auto nel posto sbagliato e delle forze di polizia: hanno fatto bene.
Possibile che per vedere una netta reazione contro la camorra ci siano voluti degli immigrati? Dovevano essere gli italiani a scendere in piazza contro la criminalità organizzata che uccide il nostro paese. Dovevano essere gli italiani a spaccare tutto e scagliarsi contro camorra, mafia, ndrangheta, massoneria corrotta e chiesa, rivendicando il diritto di avere un paese onesto e libero dal controllo dei soliti noti. Dobbiamo essere noi a riprenderci il nostro paese, strappandolo di mano ai soliti ignobili che ci governano da anni.
A volte mi chiedo: siamo così assuefatti da accettare passivamente quel che accade?
Purtroppo sì.
Per fortuna, è arrivato nuovo sangue che potrebbe rinvigorire le nostre vene apatiche.

Drvso

PS
Con questo non voglio santificare nessuno! Per me vige sempre la regola: le persone oneste meritano rispetto, gli altri no! Indipendentemente da colore della pelle, lingua, etnia, e via discorrendo. Però ribadisco un altro concetto: sì all'immigrazione di chi lavora e si integra, no all'arrivo di delinquenti nel "paese dei balocchi" o di certi religiosi che vogliono imporre la propria cultura a casa mia: questo paese ha già troppi problemi con paesi esteri che dettano legge e cultura (in Vaticalia si USA....).
Posta un commento