venerdì 24 ottobre 2008

Stato laico

Una volta si gridava "Mamma li turchi!". L'UE si interroga da tempo se permettergli di entrare nell'unione, perché si teme una contaminazione di valori contrari a quelli europei (in soldoni: la follia islamica).
Leggo notizia di oggi: il premier turco Erdogan e il suo partito (APK) sono stati condannati per attentato alla laicità. Questo è un valore molto forte in Turchia, ereditato dal padre della patria Kemal Ataturk;personaggio famoso per le sue posizioni anticlericali e laiche.
In un mondo in cui ci si preoccupa sempre di non offendere l'islam (non ne capisco le ragioni), raggiungendo il ridicolo, è un paese islamico a tarpare le alucce ai fondamentalisti.
L'APK è, più o meno, l'equivalente della DC. In Turchia viene processata perché attenta al laicismo; in Italia si permette alla classe politica di genuflettersi ai vescovi e ad un capo di stato estero (Ratzinger).
La domanda sorge spontanea: quale dei due è il paese più avanti?

Drvso
Posta un commento