domenica 2 novembre 2008

Il limite della decenza

Sono cresciuto con insegnanti uniche, che lavoravano in staff. Uniche come persone, non come figure professionali, all'interno della classe (cioè erano più di una). Dalle elementari, fino alle superiori, mi hanno insegnato che tutto ha un limite, oltre il quale è impossibile andare. All'università mi hanno dimostrato che tale limite è molto più in là di quanto potessi pensare...
Questa sera ho, malauguratamente, guardato report. Dopo la questione delle barre di uranio gentilmente rifilateci dagli yankee, ho dovuto abbandonare il programma, perché ero indeciso tra il vomitare o il comprarmi un'arma.

Qui si torna al concetto espresso (forse malamente) ieri. Possibile che l'ingordigia di pochi debba ricadere sulle spalle di tutti? Possibile che quelle teste di cazzo non capiscano che così facendo: aumentano il loro conto in banca e la loro possibilità di beccarsi il cancro? Nel nostro caso, diminuisce il conto in banca, ma il rischio tumore aumenta... Ormai la mera ingordigia è stata surclassata dall'idiozia.

Ogni giorno di più, vedo un futuro nero.

Drvso

ps
ho trovato 'sto video su internet, è un tratto dello zoo di 105. Guardare e meditare...
Posta un commento