lunedì 2 febbraio 2009

Il guerriero

Impossible is nothing!
Nulla è impossibile, qualora si analizzi il problema dalla giusta prospettiva. Obiettivi, traguardi, sono alla portata se ci si impegna nel raggiungerli. Ciò che conta e non fissarsi sui dettagli e sulle missioni inutili; talune volte la strada giusta passa per l'abbandono della stessa.
Non sempre la via più diretta è vincente, spesso bisogna aggirare ostacoli o approcciare l'obiettivo da angolazioni diverse. Tante volte, come insegna la storia degli Orazi, è preferibile una ritirata strategica, allo scopo di riordinare le idee e preparare una tattica adeguata.
I limiti sono solo nella nostra mente.
Oltre al mio redivivo spirito da predatore della vita, questo post si riferisce, indirettamente, a un fatto di cronaca che ha appassionato (è agghiacciante, ma è così) l'Italia negli ultimi anni, destinato ad avviarsi alla conclusione questa notte. C'è un uomo, in Italia, che ha combattuto fino alla fine una causa persa e ha vinto. Onore a Beppino Englaro.

Marco Drvso
Posta un commento